19.4 C
Comune di Avola
venerdì, 18 Giugno, 2021

Accedi - Abbonati

spot_img

Avola: Una politica confusa sulla legalità fa emergere dubbi!

La logica e i metodi del “ fare “ la POLITICA per una cittadinanza esausta, non cambiano dopo le elezioni dell’11  giugno ad Avola.

Alla seduta consiliare del 21 c.m. sembra continuare il clima , già lasciato dalla vecchia amministrazione sempre con l’attuale sindaco dott. Giovanni Luca Cannata alla guida che ha rivinto le elezioni.

Avevamo assistito tutti fra articoli di giornali e diretta streaming delle sedute, di accuse verbali, minacce subite da consiglieri di opposizioni  ( un coniglio morto ritrovato dall’allora consigliere Salvatore Amato ), minacce e aggressioni tra l’attuale sindaco Cannata e l’ex consigliere di opposizione Corrado Paolo Caruso ( conosciuto con il soprannome di Pipicoma per via di un negozio che aveva ), lancio di bottigliette d’acqua tra l’allora consigliere sempre di opposizione Pino Caldarella, senza mancare le minacce di morte subite dallo stesso sindaco mentre si trovava a coprire il suo ruolo nel Palazzo di Città.

Ma , il culmine che ha visto l’intervento di agenti di Polizia Municipale, uscieri ecc, nella seduta di giorno 21 scorso tra il consigliere – sempre d’opposizione – Nino Amato e il sindaco Cannata, lascia forti dubbi sulla continuità in un clima sereno di questi prossimi 5 anni.

Premettendo, che già è partita la prima denuncia a nome di tutti i consiglieri di maggioranza, presidente del consiglio, sindaco e chi più ne ha più ne metta, mi chiedo cosa c’è che non va nella politica avolese e perché se qualcuno pensa di sapere non denuncia tutto?

Premesso anche, che nel video pubblicato in cui Sindaco, Presidente del consiglio et altri hanno riunito giornalisti per rendere pubblico l’accaduto della seduta consiliare, che una querela era pronta e che soprattutto – come il sindaco nel video ha espresso – magistrato e prefetto erano prontamente ragguagliati sull’accaduto,mi chiedo:

  • come mai se come dichiarato dallo stesso Sindaco tutte le autorità sono “ prontamente attenti “, ancora oggi non hanno dato risposta e riscontro da quanto scritto pubblicamente e dichiarato dal famoso giornalista Paolo Borrometi e dal Senatore Mario Michele Giarrusso (M5S ) su infiltrazioni mafiose sulle amministrative svoltesi l’11 giugno?( leggileggi )
  • Come mai,da quanto dichiarato da Attaguile (NOI CON SALVINI ) non si è saputo nulla? ( leggi )
  • Come mai nel segno dell’attività politico – amministrativa la ditta E.F. Servizi Ecologici ha ancora un appalto in essere con il nostro Comune dopo che già la Prefettura di Catania ha rilasciato al Sindaco di Vittoria l’informazioneformazione sulla INTERDITTIVA ANTIFAMIFA per tale ditta? ( leggileggi )

Insomma, dove inizia la vera politica per i cittadini e per la legalità e dove finisce?

Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

Per eventuali richieste di rettifiche, inviare una email cliccando qui!

Potrebbero interessarti

Rimani in contatto

83FollowerSegui
63FollowerSegui
1,400IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli