19.4 C
Comune di Avola
venerdì, 18 Giugno, 2021

Accedi - Abbonati

spot_img

Ma dove sono tutte le associazioni antiracket e i suoi soci? Ribellatevi!

Tantissimi sono stati i messaggi di solidarietà e di incoraggiamento che da ieri mi giungono pregandomi di non fermarmi e di andare avanti.

Francamente il pensiero di fermarmi è sempre presente,soprattutto in una città che da una parte vorrebbe tutti alla gogna ” solo per un sentir dire “,dall’altra solo per ideologie politiche.

Oggi,ma ormai ci siamo abituati,tutti incitano ma nessuno si muove,neanche durante le ultime elezioni amministrative hanno osato,ma dove sta il coraggio di questi uomini politici,politicanti,associazioni antimafia ecc?

E’ semplicemente scomparso o mai esistito?

Il postare e il condividere immagini,aforismi e massime di chi ha sacrificato la propria vita,uccisi proprio da una criminalità organizzata con il contributo dei potenti di turno,è la più grande beffa che si possa fare verso SE STESSI,VERSO I PROPRI FIGLI E LE FUTURE GENERAZIONI.

Dai magistrati Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, andando a ritroso e di nuovo ad oggi, fino alle minacce a NINO DI MATTEO, fa capire che la mafia esiste come esiste l’omertà!

COSA ASPETTATE A RIBELLARVI?

L’importanza dei miei articoli non è nella sintassi (che qualcuno commenta sui social) ma nel contenuto,potete beffare l’ignoranza di chi vi sta accanto,ma i valori non si possono beffare,i corpi spappolati non si possono irridere,se proprio volete,impersonate il coraggio,ribellateVI se potete,volete e avete coraggio,altrimenti TACETE!

I mafiosi temono di vedere svelati i propri affari e interessi,io non temo che vengano svelate le mie paure,quindi mettetevi il cuore in pace,CONTINUERO’ ANCHE SE VOI SCEGLIETE IL SILENZIO!

In Italia,LA STORIA PARLA CHIARO, sono stati uccisi in undici:Giuseppe Alfano, Carlo Casalegno, Cosimo Cristina, Mauro De Mauro, Giuseppe Fava, Mario Francese, Peppino Impastato, Mauro Rostagno, Giancarlo Siani, Giovanni Spampinato, Walter Tobagi.

VOI RIMANETE TRANQUILLI,RIBELLARSI NON E’ DI TUTTI

E A QUANTO PARE NEANCHE DI TUTTE

LE ASSOCIAZIONI CHE SI SPACCIANO NEL NOSTRO TRIANGOLO

CONTRO LA MAFIA!

Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

Per eventuali richieste di rettifiche, inviare una email cliccando qui!

Potrebbero interessarti

Rimani in contatto

83FollowerSegui
63FollowerSegui
1,400IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli