23 C
Comune di Avola
domenica, 24 Ottobre, 2021

Accedi - Abbonati

spot_img

Raccolta Fondi per la famiglia Cerciello Rega,mentre da un profilo fake twitter arrivano diffamafazioni.

Sta accadendo in America,dove due donne,Lorraine Lombardo e Christina Olivolo, “involontariamente hanno dato vita ad un movimento per la raccolta fondi” fra gli italoamericani, per far sentire la loro vicinanza alla famiglia alla famiglia Cerciello.

Una notizia che sta passando in’osservata,forse per incrementare fra italiani in Italia e quelli emigrati negli U.S.A. che tanti vorrebbero dopo le ultime polemiche sulla foto!

Ma non è stato così,i media non hanno soffocato i sentimenti di umanità e solidarietà!

Sconvolti per l’uccisione del carabiniere Mario Cerciello Rega, delitto per il quale sono in carcere due ragazzi di San Francisco, gli italoamericani della Bay Area partecipano alla raccolta fondi per la famiglia del carabiniere accoltellato nella notte tra il 25 ed il 26 luglio scorsi a Roma.

Intervistate da Abc7news,le due donne hanno dichiarato:

La mia prima reazione è stata come se mi avessero dato un pugno allo stomaco, ho pianto“, ha raccontato ad ‘Abc7News’ Olivolo. “Mi ha toccato il cuore, è stato orribile“, ha fatto eco Lombardo. Per questo “sono andata in banca, ho fatto quello che dovevo e l’ho scritto su Facebook“. Ieri mattina, dopo appena 48 ore, sulla sua pagina fb c’erano già tremila commenti al suo post, riferisce l’emittente, precisando di non sapere quanto denaro sia stato raccolto finora.

Purtroppo,proprio in queste giorni,da un profilo fake twitter che porta il nome contraffatto della capitana Carola Rachete,arrivano accuse all’Italia e alle nostre forze dell’ordine.

Proprio così,ci accusano di razzismo e accusano Mario Cerciello Rega,ma questa volta nessun “personaggio pubblico alla Saviano” commenta!

Ecco il link twitter con centinaia di commenti e retweet!clicca qui

Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)

Per eventuali richieste di rettifiche, inviare una email cliccando qui!

Potrebbero interessarti

Rimani in contatto

92FollowerSegui
64FollowerSegui
1,510IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli

error: Contenuto riservato agli abbonati !!