Colpo alla ‘ndrangheta, politici e professionisti

15
Maxi blitz Mancuso di Limbadi-Fonte Repubblica

300 arresti tra boss, politici e imprenditori.

Su richiesta della procura antimafia di Catanzaro,guidata da Nicola Gratteri,sono finiti nel blitz:capi, gregari,affiliati e uomini a disposizione del clan Mancuso di Limbadi e delle famiglie ad esso collegate.

- Spazio Libero -

L’ordine di custodia in carcere è scattato per 260,mentre 70 ai domiciliari.

L’inchiesta ha coinvolto altre 82 persone.

Fra gli arrestati risultano noti professionisti,come:l’ex parlamentare di Forza Italia avv. Giancarlo Pittelli e Francesco Stilo,quest’ultimo di recente beccato alla frontiera svizzera con un assegno da 100milioni di euro.

Tra gli altri politici coinvolti:l’ex assessore regionale del PD Nicola Adamo,a cui è stato disposto il divieto di dimora in Calabria,per traffico di influenze;arresti domiciliari per Luigi Incarnato,consulente del governatore Mario Oliverio ed ex commissario liquidatore di Sorical(azienda che gestisce l’erogazione dell’acqua in Calabria);irreperibile l’ex comandante del reparto operativo dei carabinieri di Catanzaro,Giorgio Naselli.

In manette è finito anche il sindaco di Vibo Pizzo e presidente dell’Anci regionale,Gianluca Callipo,l’ex consigliere regionale Pietro Giamborino,mentre è ai domiciliari Vincenzo De Filippis, già esponente Msi e di Alleanza Nazionale, ex assessore comunale all’Ambiente di Vibo;ancora:il comandante della polizia municipale di Vibo Valentia, Filippo Nesci;in carcere Danilo Tripodi,impiegato del Tribunale di Vibo Valentia.

Coinvolti anche noti imprenditori come Antonio Prestia, titolare di una nota ditta di costruzioni, Gianfranco Ferrante del settore ristorazione, Mario Artusa del settore abbigliamento, Francesco e Carmelita Isolabella di Pizzo Calabro.