CoronaVirus:Report and censure

23
I blog di Li Wenliang sulla crisi del coronavirus a Wuhan sono stati censurati dalle autorità alla fine di dicembre. Muore il 6 febbraio 2020. Fonte The Guardian
I blog di Li Wenliang sulla crisi del coronavirus a Wuhan sono stati censurati dalle autorità alla fine di dicembre. Muore il 6 febbraio 2020. Fonte The Guardian

Per gli studiosi Botao Xiao e Lei Xiao: “Il virus potrebbe essere stato causato dagli animali infetti da laboratorio”

Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com’è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è, non sarebbe e ciò che non è, sarebbe… (Alice in the wonderland)

- Spazio Libero -

Semmai citazione fu più azzeccata, mai come ora, guardando verso la Cina, fu mai espressa.

Mentre l’I.P.I. (International Press Istitute) denuncia l’espulsione di molti giornalisti da Wuhan e la censura dell’informazione pubblica, noi cerchiamo di capire e soprattutto parlare di cosa sta succedendo veramente in Cina e di cosa non si sta discutendo o Di nascondere.

Dall’inizio di gennaio, pur di contenere l’incontenibile, a Wuhan – e successivamente in tutta la Cina – polizia e militari indossando maschere tipo N95, in uso agli specialisti NBC, massacrando di botte chiunque si trovi nelle zone contagiate (e parliamo di una zona di molti chilometri) e non si sia recato di spontanea volontà nei campi di quarantena.

Manganelli, calci, pugni a donne, anziani, ragazzi senza parlare delle abitazioni bruciate e dei palazzi dove vengono scaraventati dalle finestre mobili e vestiti per dargli fuoco.

Un massacro mai visto, considerato che il partito comunista utilizza anche uomini in borghese con una fascia rossa al braccio che ci ricorda le SS.

A tutto questo disastro e disumanità stanno assistendo i “potenti del mondo” attraverso i satelliti spia e i reporter che prima di tutti si sono trascinati lì per raccontare la verità,come se fosse guerra.

Tutti tacciono in Cina e per la Cina…anche i diritti umani!

Nessuno si è chiesto che fine hanno fatto le migliaia di vittime del COVID-19, eppure qualcuno doveva chiederselo visto e considerato che da dicembre quel governo comunista ha taciuto pur sapendo.

Lo riporta il Torontosun che a tal proposito scrive in un articolo di qualche giorno fa che sono stati rilevati alti livelli di SO2 (anidride solforosa) su Wuhan e Chongqing, in quanto in entrambe le città stanno cremando i corpi dei morti in quantità pazzesca.

Questo confermerebbe quel dubbio che ci ha assillato e cioè “che i decessi per coronavirus siano di più di quante nelle informazioni trasmesse (report).

Le immagini meteorologiche che dimostrano le emissioni di SO2 sono state trasmesse dal Daily Mail e dimostrano che tali livelli superano di gran lunga quelli che l’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) ha ritenuto sicure.

Continua la lettura…