Bonus sociali. Quali,accreditati e dimenticati

25

Se c’è un qualcosa che in tanti stanno facendo, in questo periodo di quarantena, è il guardarsi bene tra “il dire e il fare”, cioè tra ciò che la politica ha sempre gridato e ciò che effettivamente è stato fatto.

Sicuramente la catastrofe dei server dell’INPS, se era già nota, adesso è accertata!

- Spazio Libero -

Ma la situazione si complica per quei cittadini che rimanendo in casa stanno cercando di presentare varie richieste – i cosiddetti ammortizzatori sociali – per ottenere qualche bonus per “necessità”.

Per necessità si intende mangiare, acquistare farmaci, pagare l’affitto e le bollette.

Nessuno ad esempio si era accorto come il reddito di cittadinanza stava facendo crescere l’economia dei tanti commercianti, tant’è che nessuno si lamentava, ora che in tanti si sono visti dimezzare il “reddito di cittadinanza” e chi non lavora a causa della quarantena ha potuto capire l’importanza per chi “non poteva acquistare beni di prima di necessità” prima della nascita della “carta rdc”, stanno chiedendo un bonus simile.

Ad appoggiare la richiesta di un bonus per chi si trova senza poter andare a lavorare sono proprio le “carte gialle”, cioè i percettori del reddito di cittadinanza che capiscono cosa significa “rimanere senza beni di prima necessità”.

Bonus bebè Aprile: nonostante non venga pagato dal mese di gennaio, molti siti tematici scrivono per certo che dall’11 aprile dovrebbero essere pagati insieme agli arretrati;

Siamo sicuri che qualsiasi partito o movimento politico stia pensando: se già eravamo un paese con poche nascite, finita l’emergenza e avendo i risultati delle vittime, non dovremmo stimolare le nascite??

Carta REI: continuano i pagamenti mensili, dal 27 Aprile, per i pochi, altri hanno dovuto richiedere il reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: al solito sarà pagato a fine mese, dal 27 circa, ma da quest’anno le più svantaggiate sono le famiglie che in quattro (genitori e 2 figli minori) ricevono circa 650 euro;

Infine è giusto ricordare:

Bonus latte artificiale 2020: fino a 400 euro mentre per fronteggiare l’emergenza Coronavirus;

Bonus baby sitter: dal 2 aprile 2020 è iniziata la presentazione delle domande per richiedere questo nuovo bonus Inps per acquistare servizi di baby sitting.

Tale bonus prevede un sostegno economico per le famiglie, del valore di 600 euro, per assistere i figli fino a 12 anni di età.

Il contributo rientra tra le misure attivate in risposta all’emergenza creata dall’epidemia da Coronavirus e per il personale sanitario arriva fino a 1000 euro di importo.

Le domande possono essere presentate in via telematica, attraverso il portale dell’INPS.