Ministro della giustizia nei guai?

16
Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede

Sembra essersi scatenato un patatrac all’interno delle varie istituzioni dopo gli interventi, da un lato dell’ex pm Nino Di Matteo e dall’altro del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, a ‘Non è l’arena, condotto, su LA7, da Massimo Giletti.

Le dichiarazioni di entrambi le abbiamo riportate, insieme ai video, nell’articolo di ieri.

- Spazio Libero -

Il Fatto Quotidiano ha riportato le critiche e opinioni che si sono scatenate il giorno dopo la puntata televisiva, ed essendo stata chiamata in causa dal ministro Bonafede ha pubblicato quanto segue smentendo lo stesso Bonafede.

Scrive FQ:

[…] ecco la replica di Bonafede: “Non sono uno stupido sapevo chi è Di Matteo, sapevo chi stavo per scegliere, e tra l’altro l’altro quella intercettazione era già stata pubblicata sul Fatto Quotidiano (ndr in realtà sarebbe stata pubblicata dopo) e sono intercettazioni di cui il ministro dispone perché le fa la polizia penitenziaria.

La redazione di FQ scrive che la notizia sulle intercettazioni di cui parla il ministro Bonafede, non è stata pubblicata nel giorno indicata dal ministro grillino ma dopo.

Apriti cielo…

Il centrodestra, che già ha chiesto più volte le dimissioni da ministro di Bonafede,oggi è ritornata a chiedere in gruppo (Forza ItaliaLega e Fdi) in aula alla Camera un’informativa urgente del guardasigilli sulla vicenda. Matteo Salvini replicando alle parole di Vito Crimi,secondo cui ci sarebbe stato un equivoco, ha tuonato dicendo “sulla questione andremo fino in fondo, per avere chiarezza a nome degli italiani”.

A difendere il ministro Bonafede: il presidente della Camera Fico, i consiglieri laici eletti dal M5S al Consiglio superiore della magistratura e pochi altri.

Ma che fine hanno fatto tutti quelli che gridavano ‘Io sto con Nino Di Matteo’?

Staremo a vedere…