Cronaca NeraEsclusivo.Carcere di Cavadonna:videochiamte e un altro legale indagato

Esclusivo.Carcere di Cavadonna:videochiamte e un altro legale indagato

Dal rinnovato carcere di Cavadonna, dove qualche giorno fa è stata eseguita l’ordinanza del Gip su richiesta della Procura di Siracusa, a seguito di un’indagine congiunta della Guardia di finanza e della Polizia penitenziaria, non solo entrava droga ma i “soliti detenuti” tenevano videochiamate con l’esterno.

-

- Pubblicità Google -

SIRACUSA. Non solo detenzione e spaccio di stupefacenti nel reparto di alta sicurezza del carcere Cavadonna di Siracusa, ma anche telefoni cellulari di piccole dimensioni con le quali alcuni i detenuti tenevano videochiamate con familiari e pregiudicati fuori dal carcere. Qualche giorno fa si è scatenata una polemica contro l’anziano avvocato Sebastiano Troia, di anni…

Questo contenuto è riservato ai soli abbonati sostenitori.
Login Join Now
Maurizio Inturri
Si occupa di mafia e criminalità organizzata. Ha collaboratorato con diverse testate giornaliste online e cartacee. Il suo percorso inizia nel lontano 2015 con ReteRegione, poi collabora con LaSpia, Diario1984, L'Attualità, Cisiamo e infine IlFormat. Nel gennaio 2020 si iscrive al sindacato WorKPress e gli viene attribuito il tesserino internazione di giornalista e reporter come da normativa europea e internazionale. Ha partecipato a diverse conferenze sul tema mafia e criminalità organizzata. Autore dei libri Cogito ergo sum..ma non troppo (2015) e L'Antistato vol.I° (2019)
- Sostienici -spot_imgspot_img

Potrebbero interessarti

error: Contenuto riservato agli abbonati !!