ComunicatoIl sindacato di Polizia Penitenziaria ottimista sul nuovo DL...

Il sindacato di Polizia Penitenziaria ottimista sul nuovo DL carceri

Aldo Di Giacomo: finalmente accolte le nostre richieste sulle carceri; adesso salvaguardare gli agenti!

-

- Pubblicità Google -

L’S.PP. , il Sindacato di Polizia Penitenziaria, in una nota, esprime ottimismo all’annuncio, da parte del Consiglio dei Ministri, per l’approvazione del DL che prevede sanzioni per chi introduce e detiene telefoni in carcere.

A dichiararlo è Aldo Di Giacomo, Segretario Generale del Sindacato di Polizia Penitenziaria S.PP.: “in attesa di leggere il testo integrale, l’auspicio è che il Decreto abbia accolto le nostre proposte e richieste avanzate già negli anni precedenti e possa davvero contribuire ad arginare un fenomeno, quello delle comunicazioni vietate dal carcere, che rappresenta un pericolo per la società, tanto evidente quanto trascurato fino ad ora”.

Il Decreto introduce anche disposizioni per rendere più efficace l’esercizio delle attività del Garante Nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale – continua Di Giacomo – e sarà interessante vedere quali altri strumenti di intervento possa aver ricevuto un Garante che già può incontrare in maniera riservata i boss al 41-bis: unica figura in Italia a disporre di una simile facoltà.

Ci auguriamo che ora il Ministro della Giustizia – conclude il Sindacato di Polizia Penitenziaria S.PP. – porti al Consiglio dei Ministri anche altre misure urgenti per rendere più efficace e sicuro il lavoro di migliaia di agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria, costretti a subire quotidiane aggressioni da parte di detenuti con problemi psichici che sono stati scaricati nelle carceri dopo la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari e in tal senso auspichiamo l’apertura di un tavolo di confronto anche con il Ministro della Salute Roberto Speranza.

- Sostienici -spot_imgspot_img

Potrebbero interessarti

error: Contenuto riservato agli abbonati !!