21.8 C
Comune di Avola
sabato, 16 Ottobre, 2021

Accedi - Abbonati

spot_img

Tutti i bonus e gli incentivi del 2021

Con l’avvento del 2021, i bonus sociali scattano in automatico, cioè non ci sarà bisogno di presentare documentazione o domanda/rinnova per ottenere i singoli bonus, al patto che ogni nucleo familiare presenti l’ISEE 2021.

Il bonus sociale è uno sconto nelle bollette di luce, gas e acqua: è previsto per le famiglie in condizioni di disagio economico e fisico e per i nuclei familiari numerosi.

Bonus occhiali 2021

Cos’è il bonus occhiali? 

Il nuovo bonus occhiali è un contributo economico, pari a 50 euro, che spetta in presenza di un ISEE 2021 fino a 10.000 euro e per l’acquisto di occhiali da vista e lenti a contatto correttive. Il bonus non prevede una detrazione fiscale in percentuale distribuita in più anni bensì uno sconto immediato sul prezzo di acquisto.

A tal proposito, la commissione Difesa Vista Onlus, di cui fanno parte tutte le Associazioni rappresentative degli attori che operano nella filiera della visione, ha espresso una profonda soddisfazione per l’approvazione dell’emendamento istitutivo del “Bonus Vista”, soprattutto in questo drammatico momento di emergenza sanitaria ed economica, in cui molti cittadini sono costretti a ridimensionare i consumi e a trascurare alcuni aspetti della salute.

Come richiederlo?

Il bonus occhiali 2021 sarà applicato al momento di pagare l’acquisto, per cui sconto alla cassa di 50 euro.

Con il bonus potranno essere acquistati:

  • acquistare occhiali da vista;
  • acquistare lenti a contatto correttive;
  • no a occhiali da sole.

Sarà quindi il commerciante che, per la vendita di occhiali da vista o lenti a contatto correttive, su richiesta dovrà far valere il bonus. Prima, però, è importante assicurarsi che abbia aderito all’iniziativa.

Bonus ristrutturazioni 2021e  Superbonus al 110%

Il bonus ristrutturazione è una detrazione fiscale delle spese sostenute per i lavori di recupero edilizio di un’abitazione o degli appartamenti di un condominio.

Il bonus sarà riconosciuto per gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia.

In particolare, i lavori ammessi dal bonus ristrutturazioni sono:

  • realizzazione e miglioramento dei servizi igienici;
  • installazione di ascensori;
  • sostituzione d’infissi e serramenti;
  • rifacimento di scale o costruzione di scale interne;
  • recinzione dell’area privata.

Lo sgravio previsto è del 50% sui lavori di ristrutturazione, riconosciuto su una spesa massima di 96 mila euro per ogni unità immobiliare, quindi saranno riconosciuti fino a un massimo di 48 mila euro suddivisi in dieci quote di pari importo da utilizzare annualmente.

Il Superbonus 110% sarà riconosciuto per l’efficientamento energetico degli immobili e la sicurezza anti-sismica per tutto il 2022. L’estensione, in effetti, è una proroga fino al 30 giugno 2022 che prevede nei sei mesi successivi la possibilità di terminare i lavori sotto forma di proroga che allunga, il riconoscimento del Superbonus, fino al dicembre 2022 la proroga. In pratica se entro giugno 2022 sono stati effettuati lavori per almeno il 60% dell’intervento complessivo, la detrazione al 110% potrà essere estesa anche per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2022.

Bonus mobili confermato anche nel 2021

La formula è quella conosciuta da tempo: chi acquista mobili nuovi o elettrodomestici a risparmio energetico potrà usufruire di uno sgravio fiscale in detrazione nella dichiarazione dei redditi. La nuova manovra del governo ha innalzato a 16mila euro il limite per la detrazione al 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, il cosiddetto bonus mobili.

Novità per le attività da “Cibo da asporto e consegne a domicilio”

Per il trasporto e il cibo d’asporto è prevista l’applicazione dell’Iva agevolata al 10%.

Incentivi auto       

Incentivi per ulteriori duemila euro per chi acquista veicoli elettrici e ibridi, aggiuntivi agli incentivi esistenti e previsti dai decreti Rilancio e Agosto, e un bonus di 1.500 euro per gli euro 6 di ultima generazione da acquistare nel periodo che va dal primo gennaio al 30 giugno 2021.

A fronte di rottamazione di una vecchia auto (almeno dieci anni) è previsto un incentivo di 3.500 euro, del quale 1.500 saranno finanziati dallo Stato e 2mila euro di sconto dal venditore. Vengono poi stanziati 120 milioni per l’acquisto di autovetture elettriche fino a fine dicembre. Fondo infine da cinquanta milioni per l’acquisto di veicoli commerciali.

Bonus idrico

Un bonus anche per le spese di sostituzione di sanitari, rubinetti e soffioni doccia da 1.000 euro da utilizzare entro il 31 dicembre 2021.

Bonus smartphone e kit digitalizzazione

Il bonus smartphone è una delle novità del 2021, dovuta alla necessità di digitalizzazione del Paese. La misura toccherà famiglie che non hanno un telefono cellulare e neanche internet su linea fissa e mobile.

Come funzioneranno il bonus smartphone e il kit digitalizzazione

Un ISEE inferiore ai 20.000 euro, la concessione a un solo beneficiario del nucleo e i requisiti di seguito…

  • Almeno un componente familiare iscritto a un ciclo di istruzione scolastico o universitario, non titolare di un contratto di connessione internet o di un contratto di telefonia mobile;
  • Avere le credenziali SPID;
  • Un telefono smartphone o dispositivo, in comodato gratuito per un anno;
  • Una connessione internet;
  • Iscrizione all’app Io;
  • Un abbonamento online a due giornali digitali.

Bonus disagio fisico

Purtroppo per il momento non verrà erogato automaticamente il bonus per disagio fisico: dal primo gennaio 2021 non cambia nulla per le modalità di accesso a questa agevolazione e i soggetti che si trovano in gravi condizioni di salute e che utilizzano apparecchiature elettromedicali per la loro sopravvivenza dovranno continuare a farne richiesta presso i Comuni o i Caf abilitati.

Cashback continua…

Nonostante il Cashback di Stato abbia concluso la prima fase, quella di sperimentazione, con tante polemiche, difficoltà e ritardi a dicembre, dal 1° gennaio è iniziata la seconda fase.

La formula ideata dal governo continuerà e sul conto corrente di chi userà le carte e le app di pagamento digitale verrà accreditato il 10% degli acquisti fatti nei supermercati, nei negozi e da artigiani e professionisti per un massimo di 150 euro nei prossimi sei mesi.

La seconda fase del Cashback di Stato, dal 1° gennaio al 30 giugno, sono arrivati i chiarimenti, in altre parole si dovrà usare il bancomat, la carta di credito o le app per un minimo di cinquanta (50) transazioni.

Per ogni scontrino il rimborso massimo sarà di 15 euro.

Previsto, inoltre, per i 100 mila consumatori che accumuleranno più transazioni digitali un rimborso di 1.500 euro nel semestre.

Per maggiori informazioni basta cliccare qui!

Per eventuali richieste di rettifiche, inviare una email cliccando qui!

Potrebbero interessarti

Rimani in contatto

92FollowerSegui
64FollowerSegui
1,510IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli

error: Contenuto riservato agli abbonati !!