21.8 C
Comune di Avola
sabato, 16 Ottobre, 2021

Accedi - Abbonati

spot_img

Cavadonna: Una vicenda strana.

Nonostante abbiamo denunciato la presenza di mini telefoni presso il carcere di Cavadonna, ad oggi nessuna traccia nelle celle dei detenuti.

La vicenda scoperta ieri dagli agenti della Squadra mobile di Siracusa che sono intervenuti sulla Provinciale 12, nel tratto che va da Floridia verso Canicattini Bagni, all’altezza del penitenziario, segna un quadro chiaro della situazione dell’Istituto Penitenziario di Siracusa.

Gli agenti della squadra mobile, al comando del dirigente Gabriele Presti,  si sono accorti di una macchina, una Smart, in posizione parallela alle mura carcerarie e di due giovani che si erano arrampicati sugli alberi.

Con stupore, gli agenti, si sono accorti che i due “armeggiavano con un drone di grosse dimensioni sulla quale erano collocati, confezionati, ben quattro telefoni cellulari muniti di scheda telefonica prepagata”.

Agli agenti è sembrato evidente che quel carico, verosimilmente, stava per essere recapitato all’interno della struttura carceraria distante appena poche decine di metri.

I due giovani sono stati denunciati “per il tentativo di introdurre all’interno del carcere il drone” mentre i telefoni cellulari sono stati sequestrati.

Nel precedente articolo abbiamo parlato dell’indagine, condotta dalla Polizia Penitenziaria Regionale, sui telefoni in carcere che però sembra essere stata stralciata. Qui l’articolo.

Per eventuali richieste di rettifiche, inviare una email cliccando qui!

Potrebbero interessarti

Rimani in contatto

92FollowerSegui
64FollowerSegui
1,510IscrittiIscriviti
- Advertisement -spot_img

Ultimi articoli

error: Contenuto riservato agli abbonati !!